INSIEME PER LA PACE

INSIEME PER LA PACE

L’Associazione Nuove Frontiere Onlus insieme all’Associazione Il Piccolo Fiore Onlus ha partecipato alla MARCIA PER GLI ALBERI, SEMINANDO PACE, promossa nell’ambito della settimana dell’Educazione alla sostenibilità dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Cerveteri, su invito dell’Associazione Scuolambiente, con la quale Nuove Frontiere collabora da oltre vent’anni.

Il progetto ha coinvolto i nostri ragazzi e bambini disabili di entrambe le Associazioni, nella preparazione di cartelli e cappellini colorati, in collaborazione con i volontari dell’A.V.O.

Questo ha permesso di trascorrere dei simpatici pomeriggi, ospitati dalla parrocchia del Sacro Cuore di Ladispoli.

Lavorare e giocare insieme, ha dimostrato quanto proficua sia la rete, per darci forza e sostegno in una lotta impari contro l’avidità di pochi, di cui siamo tutti vittime, nessuno escluso.

Seminare la pace, piantando alberi, è un segno di futuro e i nostri figli disabili piccoli e grandi meritano un futuro sostenibile e dignitoso ed è per questo, che la nostra Associazione ringrazia tutti coloro i quali l’hanno coinvolta e la coinvolgeranno in futuro, ritenendo la disabilità, un valore aggiunto e non un peso sociale.

È stato bellissimo trovarci con tante altre realtà associative e non, colorati e sorridenti, uniti da uno scopo comune, che è tutela per la salute del nostro Pianeta, che è la nostra salute, per l’integrazione tra i popoli e per la pace, contro la violenza, l’intolleranza, l’inquinamento.

Ringraziamo l’Amministrazione di Cerveteri; l’Associazione Scuolambiente di Cerveteri; L’associazione Libera contro tutte le mafie; la Consulta dei Cittadini Migranti e Apolidi di Cerveteri, Salviamo il Paesaggio, gli Scout e le Scuole che hanno aderito con entusiasmo.

Oltretutto dall’Arsial è stata donata a ogni associazione o scuola, un piccolo albero da crescere fino a quando non è pronto per essere piantumato, e questo secondo noi ha un grande valore educativo, soprattutto per i bambini e non solo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *